Stiamo riscontrando problemi telefonici in relazione alle linee della sede di Ancona. Qualora non riusciste a parlare con il ns. ufficio o inviare fax, Vi chiediamo di contattarci ai seguenti recapiti temporanei: tel. 071.9256222 e fax 071.9252173. Oppure potete inviarci una e-mail a ancona@studioconsulenzabrevetti.it.
Ci scusiamo per il disservizio dovuto agli operatori telefonici.

Lo studio

[Vedi tutti i servizi]

Lo Studio Consulenza Brevetti Cioncoloni, specializzato in registrazione marchi modelli e brevetti a Roma e Ancona, è condotto da esperti qualificati in proprietà industriale ed offre assistenza ai suoi Clienti a partire dal deposito in tutto il mondo di brevetti (brevetto italiano, internazionale, europeo, PCT), modelli (modello ornamentale, disegno, modello di utilità), marchi (marchio italiano, internazionale, comunitario) e copyright (diritto d'autore), nonchè per la protezione software e la registrazione nomi di dominio, fino al contenzioso giudiziario, avvalendosi, inoltre, della collaborazione di ingegneri, chimici e disegnatori.

News

[25/05/2016]

Sono state presentate lo scorso mese le statistiche di Eurostat inerenti la proprietà intellettuale. L’Italia, sebbene non sia uscita totalmente dalla crisi economica, è il terzo Paese europeo per richieste di registrazione marchi con circa 10mila domande depositate.Roma e Milano sono presenti nella "Top 20" delle città europee con maggior numero di depositi di marchi. Anche in sede di marchio europeo, l’Italia ha un trend positivo dal 2009. In relazione alle domande di brevetto d’invenzione l’Italia ha un tasso di crescita doppio rispetto agli altri Paesi europei: + 9%. Imprese trainanti del sistema brevettuale italiano sono Indesit, Fiat e ST Microelectronics. Queste società hanno aiutato, maggiormente di altre, l’Italia a raggiungere il decimo posto nella classifica dei Paesi europei maggiormente competitivi dal punto di vista brevettuale. I settori di maggiore interesse sono relativi ai medical device, dalla digital communication e dalla computer technology. Per una lettura completa della nostra newsletter, Vi invitiamo a cliccare sul seguente link.
------------------------------------
L’Italia, con formale presa d’atto della Commissione e con la predisposizione di un ddl di ratifica da approvare entro l’estate, ha comunicato la propria adesione al nuovo sistema di tutela brevettuale unitaria in Europa, dal quale si era inizialmente autoesclusa contestando il regime di trilinguismo (inglese, francese e tedesco).
Tale accordo si pone in stretto rapporto di coordinamento con la disciplina introdotta dai due regolamenti UE, 1257/2012 e 1260/2012, di attuazione della c.d. “cooperazione rafforzata”, che istituiscono il nuovo brevetto europeo e stabiliscono delle regole uniformi relative al regime di traduzione applicabile agli stessi brevetti.
Il brevetto attualmente in vigore è “unitario” esclusivamente nella fase di rilascio. Infatti, successivamente alla concessione, viene tradotto nella lingua del Paese in cui si chiede la protezione e soggiace alla giurisdizione dei relativi tribunali nazionali. Al contrario il nuovo brevetto europeo rimarrà unitario anche dopo la concessione da parte dell’European Patent Office, essendo poi convalidato in tutti i Paesi UE con un’unica traduzione e sottoposto a una giurisdizione comune e sovranazionale. Per una lettura completa della nostra newsletter, Vi invitiamo a cliccare sul seguente link.
------------------------------------
L’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno (UAMI), in data 23  marzo 2016, ha cambiato il suo nome, divenendo l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO). Questo cambiamento è dovuto all’entrata in vigore del regolamento (UE)  2015/2424 del Parlamento Europeo e del Consiglio. Il nome «marchio comunitario» diventa così «marchio dell’Unione Europea». Anche le tasse da pagare all’Ufficio hanno subito delle variazioni con una riduzione del loro ammontare: con il deposito non si pagheranno le tasse riferite a tre classi ma solamente alla prima. Ciascuna classe aggiuntiva oltre la prima avrà un costo separato. La EUIPO è la più grande agenzia decentrata dell’UE e ha sede ad Alicante, in Spagna. Gestisce la registrazione dei marchi dell’Unione Europea e dei disegni e modelli comunitari (DMC), due diritti di proprietà intellettuale che offrono protezione nei 28 Stati membri dell’EU.
A partire dalla sua creazione, nel 1994, l’UAMI, oggi EUIPO, ha trattato più di 1,5 milioni di domande di marchio provenienti da quasi ogni Paese e regione del mondo.
------------------------------------L’Italia dirà "sì" al Brevetto Unico Europeo (o #BrevettoUnitario). Da metà ottobre il nostro Paese diventerà membro del selected committe degli Stati aderenti, che studierà come ripartire gli oneri finanziari per l’avvio e il funzionamento di questo nuovo meccanismo.
Oggi il brevetto europeo che l’EPO - European Patent Office – gestisce, consiste in un insieme di brevetti nazionali validi unicamente per i Paesi selezionati dal titolare che vuole depositare. Quello unitario, che dovrebbe scattare nella prima metà del 2016, conferirà automaticamente protezione legale uniforme in tutti i Paesi della UE con un unico iter e un unico pagamento.
L’obiettivo è quello di rendere meno oneroso, sia dal punto di vista economico sia da quello burocratico, l’accesso al sistema dei brevetti per i privati e per le aziende, che andranno a muoversi in un quadro normativo ben definito in tutta l’Unione Europea.
La realizzazione di un brevetto unico europeo segnerà la riduzione dei costi attualmente vigenti e la maggiore facilità di traduzione.
Come affermato recentemente da #BenoitBattistelli, presidente dell’#EPO, le nuove tariffe saranno uguali alla "somma totale delle tariffe di rinnovo che sono a oggi versate nei quattro Paesi in cui i brevetti europei sono al momento più frequentemente convalidati: Francia, Germania, Regno Unito e Paesi Bassi". Per i primi dieci anni - durata media di un brevetto europeo -, il costo di rinnovo per un brevetto unitario si attesterà intorno ai 5mila euro, e il totale complessivo da pagare per il suo mantenimento in venti anni sarà di 35.500 euro, con un risparmio complessivo di circa il 78% per cento rispetto ad oggi.
------------------------------------
Daikin
offre l’accesso a 93 brevetti per il condizionamento e il riscaldamento sostenibile, per promuovere la diffusione della tecnologia a difluorometano (HFC-32), come un singolo componente refrigerante, considerato a minor impatto sul riscaldamento globale rispetto ai refrigeranti di uso comune. La molecola offrirebbe alcuni importanti vantaggi ambientali come le sue trascurabili interazioni con l’ozono, andando a incidere sul global warning in maniera inferiore rispetto alle tecnologie tradizionali. L’HFC-32 contribuirebbe a un uso efficiente dell’energia a prezzi accessibili. Contattare la Daikin Legal per maggiori informazioni.
------------------------------------
Con la sentenza del 16 luglio scorso, nell’ambito del caso Huawei, la Corte di Giustizia ha stabilito che l’azione inibitoria proposta nei confronti di un presunto contraffattore dal titolare di un brevetto essenziale per l’applicazione di una norma tecnica e che si trovi in posizione dominante può, a certe condizioni, costituire un abuso di posizione dominante.
La sentenza afferma che il titolare del brevetto, che si sia in precedenza impegnato a concedere a terzi una licenza a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie, deve, prima di esperire l’azione per la cessazione del pregiudizio arrecato al suo brevetto o per il richiamo dei prodotti fabbricati utilizzando tale brevetto, trasmettere al presunto contraffattore una proposta concreta di licenza.
------------------------------------
Procter&Gamble ha da poco concluso la seconda maggiore cessione di asset della sua storia, dopo la vendita di Duracell a Warren Buffet, cedendo per 12,5 miliardi di dollari a Coty, colosso della cosmetica, i marchi  Olay, i profumi di Christina Aguilera e la licenza di quelli di Gucci, Hugo Boss e Dolce e Gabbana.
Per contenere le tasse che gli azionisti di entrambe le aziende dovrebbero pagare, se avvenisse una vendita diretta, la transazione sarà eseguita con il ricorso alla Reverse Morris Trust, cioè la procedura che consentirà a P&G di effettuare lo spin off dei suoi asset nel settore della bellezza in una società terza, che sarà successivamente assorbita da Coty.
Coty che ha già dispone di marchi come Rimmel, Davidoff, Calvin Klein, sarà destinata ad aumentare le vendite, posizionandosi come azienda leader mondiale del mercato cosmetico.
------------------------------------
L’Ufficio Brevetti e Marchi statunitense ha depositato lo strumento di adesione al Sistema dell’Aia per il deposito di disegni e modelli industriali, con un’unica pratica, in numerosi Paesi. Il trattato produrrà i suoi effetti negli Stati Uniti a decorrere dal 15 maggio 2015. Attualmente gli Stati Uniti, come numerosi Paesi tecnologicamente e giuridicamente avanzati - pensiamo al Giappone e alla Cina - non hanno aderito all’Accordo dell’Aia. Attraverso tale procedura gli utenti stranieri che vorranno tutelare il proprio disegno/modello negli Stati Uniti o i cittadini statunitensi che vorranno tutelarsi oltre i propri confini, potranno farlo a costi molto vantaggiosi e con una procedura unificata. Si ritiene che nei prossimi anni il Sistema dell’Aia avrà una notevole espansione in funzione dell’ingresso di nuovi Paesi tra cui il Giappone, che dovrebbe derire a breve, Russia e Cina che stanno elaborando la loro strategia d’ingresso. Ulteriori informazioni possono essere reperite al seguente link.
------------------------------------
E’ stato pubblicato il 2 marzo 2015, sulla Gazzetta Ufficiale n° 26/2015, l’avviso di concessione di licenza d’uso non esclusiva per il marchio "Expo Milano 2015". Si tratta di una licenza non esclusiva per la produzione e vendita di prodotti di merchadising tra cui l’abbigliamento, sistemi tecnologici, beauty & wellness e articoli di pelletteria. I soggetti interessati devono essere in possesso delle seguenti certificazioni di qualità: ISO 9001, SA8000/AA1000, ISO 14001, OHSAS 18001, EMAS e ISO 26000. Il licenziatario sarà tenuto alla corresponsione del 10% al netto dell’IVA in favore della licenziante. La presentazione delle istanze scadrà il 30 settembre 2015. Potete reperire un nostro articolo al seguente link.
------------------------------------
L’Investment Compact ha previsto un nuovo regime di Patent Box esteso anche ai marchi d’impresa e non esclusivamente ai brevetti d’invenzione. A decorrere dal 2015, le imprese titolari di marchi e brevetti che svolgono attività di ricerca e sviluppo, potranno beneficiare di una riduzione del 30% dei costi ammissibili. La percentuale salirà al 40% per il 2016 e si stabilizzerà al 50% dei costi ammissibili a decorrere dal 2017. E’ chiaro l’intento antielusivo, da parte del Governo, nel realizzare tale misura. La quota di reddito dell’impresa ammessa all’egevolazione dovrà essere inerente a costi di ricerca e sviluppo di quel dato marchio o brevetto d’invenzione. Un nostro articolo, dettagliato con alcuni dati statistici di previsione, è reperibile al seguente link.
------------------------------------
E’ ancora attivo il programma EuroTransBio e il relativo bando scadrà il 30 gennaio 2015. Il bando mette a disposizone 4 milioni di €uro destinati alle imprese, università e centri di ricerca italiani operanti nel settore R&D di biotecnologie. Le imprese destinatarie del presente bando sono: a) imprese che esercitano attività industriale diretta alla produzione di beni e/o servizi; b) imprese agroindustriali che svolgono prevalentemente attività industriale; c) imprese artigiane di produzione di beni di cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443; d) Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza (così come definiti all’art. 2, comma 83, del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014, di seguito denominato Regolamento GBER), purché sia presente almeno uno dei soggetti di cui ai precedenti punti da a) a c). Al seguente link potete reperire un breve articolo esplicativo del programma e del presente bando. A questo link il bando completo.
------------------------------------
La Convenzione di Amicizia e Buon Vicinato tra Italia e San Marino, inerente i marchi e brevetti si rinnova. Non è più possibile, pertanto, tutelare un marchio internazionale o un brevetto europeo in uno dei due Paesi e vederlo riconosciuto nell’altro senza pagamenti aggiuntivi. Da oggi sarà necessario pagare in ciascun Paese in cui si vuole ottenere la tutela per un marchio internazionale o un brevetto europeo. La tutela, di contro, rimane invariata qualora si abbià la titolarità di un marchio italiano o brevetto italiano che, pertanto, sono riconosciuti anche a San Marino e viceversa. Ulteriori riferimenti possono essere reperiti ai seguenti link: articolo e lavori consiliari della Repubblica di San Marino.
------------------------------------
L’innovazione in Italia risulta essere sempre più un peso, a danno delle aziende, piuttosto che un vantaggio per le medesime. Questo è ciò che risulta dal rapporto Unioncamere-Si.Camera, Osservatorio Brevetti Marchi Design – Rapporto 2014 inerente i brevetti, marchi e design. Da quello che si evince dal report, vi è stato un lieve calo - 0,5% su scala nazionale - delle domande di brevetto. Sono poche le province che vantano una percentuale positivia sia nel breve che nel lungo periodo. Ad esempio la provincia di Ancona ha una media di 67 domande di brevetto per anno, con un incremento del 5,9% su base annuale e del 9,7% su base decennale. Per quanto concerne i design comunitari, depositati presso l’UAMI, si è potuto rilevare, anche qui, un lieve calo percentuale, pari allo 0,1% su base quinquennale (2009-2013). Relativamente al deposito di marchi comunitari la crescita annuale è pari al 4,8%. Potete reperire un articolo maggiormente approfondita cliccando sul seguente link.
------------------------------------
Sono state rese note le ultime statistiche sul deposito dei marchi comunitari e dei disegni e modelli comunitari presso l’UAMI, l’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno. Le statistiche, commentate anche dal Presidente dell’UAMI Antonio Campinos, vedono l’Italia in ripresa sul fronte del deposito dei marchi comunitari. Di contro lieve flessione per le domande di deposito di modelli e disegni industriali, sempre gestite dall’UAMI. Le statistiche, aggiornate a novembre 2014, rivelano come il 5% delle domande italiane di marchio comunitario sia detenuto da aziende di tipo top level. Antonio Campinos ha inoltre parlato della nuova procedura di deposito marchi, la c.d Fast Track che, a regime, consentirà di dimezzare i tempi di esame di ammissibilità delle domande di marchio. Potete reperire un nostro articolo con le statistiche e parte dell’intervista ad Antonio Campinos, al presente link.
------------------------------------
E’ stata pubblicata la sentenza della Causa C205/13 pendente innanzi alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea. L’argomento riguardava il marchio di forma, funzione del prodotto e il valore sostanziale del medesimo prodotto. Sono emersi, come era ovvio aspettarsi, l’interpretazione di "funzione del prodotto" e di "valore sostanziale del prodotto". E’ altresì emersa la vicendevole autonomia di ciascuno dei due requisiti sopra indicati così da rispondere ad eventuali interrogativi aggiuntivi: in presenza di uno solo dei due requisiti - funzione del prodotto e valore sostanziale del medesimo - il marchio non può essere registrato. Al presente link un nostro articolo in merito con maggiori dettagli della vicenda e l’interpretazione esaustiva della Corte di Giustizia.
------------------------------------
In Italia i titolari di asset di proprietà intellettuale sono restii a tutelarli in quanto non ritengono brevetti, marchi e modelli fondamentali per lo sviluppo delle loro imprese. Il rapporto WIPO 2013 su gli indicatori della proprietà intellettuale fa emergere questo gap rispetto ad altre nazioni. E’ necessario rammentare come la tutela e la valorizzazione dei propri asset intellettuali sia fondamentale per lo sviluppo aziendale, in particolar modo nell’attuale congiuntura economica. Un articolo su tale argomento e su le potenzialità degli asset di proprietà intellettuale in un periodo di congiuntura economica non favorevole al nostro Paese, può essere reperito al presente link.
------------------------------------
Sono state approvate le nuove linee guida dell’OCSE, relative agli intangible asset, per impedire la doppia non-imposizione e il pagamento delle tasse, per lo sfruttamento di marchi e brevetti, in Paesi a fiscalità privilegiata. Non sarannno più possibili i pagamenti intragruppo di interessi e royalties fiscalmente deducibili per evitare l’imposizione in Paesi con una fiscalità più pesante. La tassazione sarà dovuta nel Paese in cui vi è la residenza del titolare sostanziale di marchi, brevetti e design, ovvero di colui che sfrutta il titolo di proprietà industriale, ne favorsice lo sviluppo, lo pubblicizza e lo valorizza. Anche la circolare 25/E del 6 agosto 2014 dell’Agenzia delle Entrate, a firma del Direttore Rossella Orlandi, la pianificazione fiscale aggressiva detiene una posizione di assoluto privilegio. Al presente link potete reperire un nostro articolo più approfondito sull’argomento.
------------------------------------
E’ stato pubblicato il nuovo bando denominato Disegni+ 2 inerente i finanziamenti. L’intervento agevolativo è emesso in favore di micro, piccole e medie imprese per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale e, più nello specifico, per disegni/modelli. Il bando deriva da una convenzione sottoscritta il 16 dicembre 2013 dal Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale Lotta alla Contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi attraverso la quale si affida a Unioncamere il compito della creazione del fondo. Con il bando Disegni+ 2 si vuole incrementare la valorizzazione di disegni/modelli e il loro sfruttamento sul mercato nazionale e in quelli internazionali. I fondi disponibili ammontano a 5.000.000 di €uro. La documentazione inerente il bando è disponibile sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico e di Unioncamere nonché sul sito dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi al seguente link.
------------------------------------
L’amministrazione Obama da tempo tenta, invano, di modificare la normativa inerente i Patent Troll e il loro uso innanzi alle Corti americane. Nel frattempo le aziende, sempre più danneggiate dai Trolls, tentano di difendersi, nel medesimo terreno di gioco, dalle Non-Practicing Entity, società detentrici di brevetti sfruttati esclusivamente quali Patent Troll. Se già nel 2010 era stata costituita la Open Invention Network (OIN), associazione-scudo - per aziende che operano nel settore open-source, che svolge il proprio compito in favore delle proprie associate in cause in cui vengono attivati Patent Troll. Nel 2012 è nata Defensive Patent License (DPL) che sfrutta la condivisione brevettuale a vantaggio dei propri associati. L’ultima nata è License on Transfer (LOT) dove gli associati condividono i propri brevetti qualora un di tali brevetti fosse alienato al di fuori della rete e azionato in danno di uno degli associati. Nomi noti tra gli associati a LOT quali Google, Asana, Canon, Newegg, SAP e, da ultimo, Dropbox.
------------------------------------
Continua il dibattito in merito ai domini gTLD denominati .wine e .vin che l’ICANN vorrebbe affidare alla società Donuts per la gestione. Numerose sono le reticenze da parte di Paesi che vedrebbero un elevato rischio nei confronti delle proprie indicazioni geografiche e denominazioni di origine. Sia la Commissione Europea che altri Paesi, tra cui Francia e Portogallo, si dicono spaventati da una scelta che porti alla costituzione dei gTLD .wine e .vin. In particolare il rappresentante della Commissione Europea ritiene che non ci siano sufficienti garanzie a tutela dei Paesi, degli agricoltori e delle società autorizzati ad utilizzare una determinata denominazione. La Francia dice di "aver perso la fiducia nell’ICANN" e il Portogallo parla di "malafede dell’ICANN" e ritiene che il problema dei gTLD .wine e .vin debba "essere risolta a più alti livelli". La disputa andrà avanti in quanto numerosi Stati, come gli Stati Uniti, vantano uno scarso interesse alla tutela delle indicazioni geografiche e denominazioni di origine.
------------------------------------
Unioncamere e l’Università Politecnica delle Marche hanno presentato uno studio relativo alla tutela dei titoli di proprietà industriale nella regione Marche. Nel 2013 sono state depositate 654 domande a tutela di brevetti, modelli di utilità e design, con un incremento di oltre cento domande rispetto all’anno precedente. Dallo studio emerge, di contro, che sono ancora poche le aziende marchigiane che si avvicinano alla tutela di brevetti e modelli di utilità cosi come alla tutela dei marchi e dei design. Lo studio dei due enti ha anche analizzato l’accesso e l’utilizzo del web da parte delle aziende: è emerso che quasi il 30% delle imprese locali non ha un sito web. Il 90% delle aziende ritiene il web uno strumento essenziale per l’internazionalizzazione. Alla luce di quanto emerso Unioncamere e l’Università Politecnica delle Marche proporranno degli interventi formativi e divulgativi sulla tecnologia digitale. Un articolo completo di maggiori dati può essere reperito al seguente link.
------------------------------------
Si è svolta ieri a Roma l’annuale Giornata Mondiale della Proprietà Intellettuale. Numerosi interventi ad iniziare dalla dirigenza dell’Ufficio Italiano Brevetti Marchi nella persona della Dr.ssa Loredana Gulino e di alcuni dirigenti del WIPO. Si sono affrontati problemi di contraffazione con una relazione da parte dell’IP manager per l’Europa di Ferrero Group. Sono stati analizzati gli andamenti di numero di depositi di brevetti PCT, marchi internazionali e design. Sono state inoltre presentate le prossime tappe della proprietà intellettuale ad iniziare da una revisione dell’Accordo di Lisbona relativo alle denominazioni di origine. Potete trovare un nostro articolo al presente link.
------------------------------------
LG ha depositato il nuovo marchio W Watch negli Stati Uniti per contraddistinguere le classi 9, 10 e 14 della Classificazione di Nizza. Sono poche le indiscrezioni che trapelano ma, si ritiene, sarà un prodotto che andrà ad affiancare il già noto G Watch. Per una lettura più approfondita su i prodotti tutelati dal nuovo marchio W Watch cliccare qui.
------------------------------------
Dopo una prima offerta informale di oltre 60 milioni di dollari, rifiutata da AstraZeneca, fonti indicano che il colosso americano Pfizer stia preparando una seconda offerta più consistente, circa 80 milioni di €uro da proporre al colosso britannico. AstraZeneca, per valutare la situazione in sicurezza, ha assunto consulenti e ha iniziato a relazionarsi con Goldman Sachs e Morgan Stanley. Dopo le acquisizioni di Pfizer del 2009 - Wyeth - e del 2002 - Pharmacia - pare pronta per la più grande fusione in ambito farmaceutico. Il tutto per una riduzione dei costi e ottimizzazione, dati i precedenti, dei settori R&D delle aziende. Le somme proverrebbero dal tesoretto Pfizer - circa 70 milioni i €uro - prodotto al di fuori degli Stati Uniti e, quindi, non soggetto alla tassazione americana. E non solo. Pfizer starebbe puntando ai brevetti nel settore dell’immunoterapia dei tumori. Ulteriori informazioni posono essere reperite al seguente link.
------------------------------------
Il marchio Nike si conferma leader nella brevettazione relativa all’innovazione tecnologica nelle calzature e nell’abbigliamento sportivo. Questo il risultato di un’analisi di MarketWatch commissionata dall’USPTO, l’Ufficio Brevetti statunitense. Nel 2013 sono stati 540 i brevetti depositati dall’azienda americana che, dal 1976, ha ottenuto la concessione per oltre 4000 brevetti. Tra le aziende leader nell’innovazione nel settore calzaturiero troviamo Reebok con 482, Adidas, con 275 brevetti e Under Armour e New Balance, entrambe con 51 brevetti concessi. Per una lettura più approfondita potete reperire un nostro articolo al seguente link.
------------------------------------
Sono disponibili le statistiche globali relative al deposito marchi ed alla pubblicazione degli stessi. Neppure a dirlo le economie emergenti incrementano percentualmente i depositi di marchio. In testa alla classifica di deposito marchi troviamo la Cina con oltre 800.000 domande di marchio pubblicate nel 2013. Studi di Unilever ci indicano come le economie emergenti - India rurale, Indonesia e Brasile - siano siano quelle trainanti questo settore. Uno studio di Interbrand dice che entro dieci anni i consumi dei Paesi emergenti si sposteranno dall’attuale 32% al 50%. Un nostro articolo in merito può essere reperito al seguente link.
------------------------------------
Sono state pubblicate dall’Ufficio Brevetti Europeo (EPO) le statistiche del 2013 relative alle domande di brevetto europeo depositate dalle aziende. Leader per numero di depositi è Samsung con 2833 domande di brevetto. Al seguente link potete trovare un ns. articolo che analizza i primi tre posti della classifica, gli stati che maggiormente usufruiscono del sistema del brevetto europeo ad altri dati statistici.
------------------------------------
E’ stata istituita una task-force a tutela del Born in Sicily. Scopo del gruppo di lavoro sarà quello di contrastare la contraffazione agroalimentare, la sofisticazione alimentare e l’agropirateria in genere tutelando, così, la salute dei consumatori e salvaguardando le produzioni del mercato agricolo siciliano. La costituzione di questa task-force rientra nel quadro più ampio di contrasto alla contraffazione alimentare sviluppato anche con la legge 19/2013, in materia di tutela e valorizzazione delle risorse genetiche “Born in Sicily”.
------------------------------------
Samsung e Google hanno sottoscritto un accordo decennale, di cui non si conoscono i particolari economici, per lo sfruttamento incrociato dei brevetti (cross-licensing). L’accordo comprende sia i brevetti già depositati o concessi sia i brevetti che verranno depositati nel corso degli anni. Tale tipologia di accordo, cui Samsung non è nuova (ricordiamo accordi simili sottoscritti da Samsung con Ericsson e Microsoft), consentirà di ridurre eventuali contenziosi giudiziari tra le due aziende e darà la possibilità, alle stesse, di concentrarsi su ricerca e sviluppo di nuove tecnologie. Un nostro articolo maggiormente dettagliato potete reperirlo al seguente link.
------------------------------------
Sono stati comunicati i contributi per il pagamento del diritto annuale per i marchi di identificazione dei metalli preziosi. Il contributo dovrà essere versato entro gennaio 2014 ed è differente a seconda della tipologia dell’assegnatario: 1) € 32,00: aziende artigiane iscritte all’Albo delle imprese artigiane; 2) € 32,00: laboratori annessi ad aziende aventi prevalente attività commerciale, banchi metalli preziosi e importatori; 3) € 129,00: aziende industriali con meno di 100 dipendenti; 4) € 258,00: aziende industriali con più di 100 dipendenti. 4) € 258,00: aziende industriali con più di 100 dipendenti.Le imprese di cui al punto 3 e 4 direttamente all’Ufficio preposto o tramite fax, l’autocertificazione sul numero dei dipendenti occupati al 31 dicembre 2012. Per ulteriori informazioni potete leggere un ns. articolo al presente link.
------------------------------------
Oltre 24.000 pezzi di merce contraffatta o non sicura sono stati sequestrati dal Nucleo Polizia Tributaria delle Fiamme Gialle di Ascoli Piceno nel corso dell’operazione "Natale Sicuro". Tra i numerosi oggetti sequestrati oltre 22.000 prodotti di addobbo natalizio, 1.500 giocattoli e numerosi altri oggetti tra cui prodotti di cancelleria, occhiali, scarpe, depilatori elettrici ed articoli di bigiotteria. I prodotti recavano contraffatto anche il marchio CE. L’imprenditore, di nazionalità cinese, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno per le responsabilità connesse alla “Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi” contemplate dall’art. 474 del Codice Penale.
------------------------------------
Lo Studio Consulenza Brevetti Cioncoloni ha sottoscritto il 20 novembre 2013 un accordo con PMI Marche per l’apertura di uno sportello di consulenza relativo alla proprietà intellettuale presso la sede PMI Marche di Ascoli Piceno. Lo sportello sarà attivo da dicembre i venerdì dispari del mese – previo appuntamento con la segreteria di PMI Marche. Il servizio offerto intende coadiuvare le imprese nella scelta delle strategie più opportune per la tutela dei marchi, brevetti, design e, più generalmente, dei titoli la proprietà intellettuale ed industriale. Il servizio verrà offerto agli associati PMI Marche e delle regioni limitrofe ed alle istituzioni locali.
------------------------------------
Sono iniziate le preselezioni per i futuri giudici del Tribunale Unificato dei Brevetti. E’ stata pubblicata la "Call for expression of interest" per i potenziali candidati alla fase di preselezione quali giudici del Tribunale Unificato Brevetti. Le modalità di partecipazione possono essere reperite al seguente link.
Questa procedura contribuirà al processo di nomina del primo gruppo di candidature di giudici nonché garantire la loro formazione nella fase preparatoria.
Ricordiamo che la domanda dovrà essere presentate, entro il 15 novembre 2013 in una delle lingue ufficiali dell’Ufficio Brevetti Europeo, a scelta tra tedesco, inglese e francese.
------------------------------------
Un articolo del nostro partner Andrea Valente Cioncoloni analizza le statistiche brevettuali europee degli ultimi, dal 2007 al 2012, con una particolare attenzione ai brevetti nel settore delle energie rinnovabili quali pannelli fotovoltaici, biomasse e centrali elettriche di vario tipo. L’articolo può essere letto per intero al seguente link.
------------------------------------
La Commissione Europea procede per la costituzione del Tribunale Unitario Brevetti. La lacuna da colmare oggi riguarda la possibilità per i titolari di brevetti di poter adìre un solo tribunale specializzato, per far valere i propri diritti in merito ad un brevetto europeo, piuttosto che procedere con tanti giudizi separati in ciascuno Stato in cui, ad esempio, è avvenuta la contraffazione. La decisione in merito alla creazione del Brevetto Unitario risale nel tempo agli anni ’70. I motivi sono abbastanza semplici da spiegare se si guardano le statistiche: proteggere un brevetto in Europa è più caro rispetto ad altri Paesi. Ad esempio, nel 2011, Negli USA sono stati concessi 224.000 brevetti, in Cina 172.000 ed in Europa 62.000. La proposta del Tribunale Unitario Brevetti dovrà essere approvata dagli Stati membri e dal Parlamento Europeo. Il tribunale sarà specializzato in brevetti, e sarà presente a livello locale e regionale in tutta l’UE.
------------------------------------
La Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che non possa essere oggetto di brevetto DNA umano estratto da geni umani. L’unica forma brevettabile di DNA è quella del materiale genetico prodotto in maniera sintetica. A meno di un anno dalla decisione della Corte Federale di Washington che aveva stabilito l’esatto contrario, accogliendo le istanze della Myriad Genetics Inc., titolare di un copyright su i geni Brca1 e Brca2. L’Unione Americana per le libertà civili vede, adesso, riconosciute le proprie istanze.
------------------------------------
L’India è ufficialmente il novantesimo Paese aderente al trattato sul marchio internazione. Il Ministro Anand Sharma ha depositato la documentazione per l’adesione al Sistema di Madrid. Il trattato entrerà in vigore l’8 luglio 2013. L’intervista al Ministro Anand Sharma conferma come il Sistema di Madrid sia di aiuto alle aziende indiane per riuscire a tutelare i propri marchi in mercati esteri e come, viceversa, dia la possibilità ad aziende straniere di tutelare i propri marchi in India a costi ridotti e con modalità di gestione più semplici. Ulteriori informazioni, comprendenti le ultime statistiche del WIPO, possono essere reperite qui.
------------------------------------
E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 18 marzo 2013, il comunicato recante il prezzo dei contrassegni di Stato per i vini a denominazione di origine controllata e garantita (DOCG) e a denominazione origine controllata (DOC) per la campagna 2013/2014. Le delibere della commissione tariffe del Ministero dell’Economia e delle Finanze ha individuato i prezzi dei contrassegni.
------------------------------------
La Biogen Idec, società attiva da oltre trenta anni nel mondo biotech, ha annunciato la concessione, da parte dell’Ufficio Brevetti Statunitense, del brevetto n° 8.399.514 relativo al regime posologico del farmaco Tecfidera™ – dimetilfumarato – per la cura della sclerosi multipla. La descrizione brevettuale prevede un’assunzione giornaliera di 480 mg di Tecfidera™. Ad oggi il Tecfidera™ è l’unico trattamento della sclerosi multipla recidivante remittente (SMRR). Anche in l’Europa, l’Ufficio Brevetti Europeo ha ammesso la protezione del brevetto per la posologia di tale farmaco. Entrambi i brevetti, qualora mantenuti in vita, scadranno nel 2028.
------------------------------------
Sono ancora disponibili i fondi per i finanziamenti di marchi comunitari e marchi internazionali resi disponibili dal Ministero dello Sviluppo Economico tramite Unioncamere. I dati che sono stati rilasciati parlano di una somma pari a 2,5 milioni di € rispetto ai 4,5 milioni disponibili inizialmente. Ricordiamo che l’iniziativa è rivolta a piccole e medie imprese che depositino marchi comunitari e marchi internazionali. Il finanziamento può raggiungere la somma di 15.000 € per impresa richiedente. Le domande devono essere corredate da adeguata documentazione comprovante le ricerche di anteriorità eseguite ed i pagamenti effettuati. Ulteriori informazioni possono essere richieste ai ns. consulenti e avvocati i cui contatti sono reperibili qui.
------------------------------------
Dopo molti anni di battaglie legali la causa T-255/06, che vedeva contrapposti il birrificio americano Anheuser-Busch ed il birrificio ceco Budejovicky Budvar, ha avuto il suo epilogo martedì 22 gennaio 2013. Il tribunale di Lussemburgo ha deciso che, in base alle prove prodotte dalla Budejovicky Budvar, non si poteva evincere che "la denominazione d’origine «bud» fosse un segno utilizzato nel traffico commerciale e di portata non puramente locale". Questo significa che l’azienda americana sarà titolare del marchio comunitario. La sentenza è comunque appellabile innanzi alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea entro 60 giorni dalla sua notifica. Successivamente alla notizia della sentenza, le azioni della Anheuser-Busch hanno avuto un incremento di valore pari allo 0,81%. Il testo integrale della sentenza è reperibile qui.
------------------------------------
La Camera di Commercio di Ancona ha rilasciato i dati sul quinquennio 2008-2012 relativi al deposito marchi, brevetti ad Ancona e ricerche di anteriorità. I numeri sono in controtendenza rispetto ai dati nazionali con un incremento di +85%. Sono aumentati, inoltre, il numero di depositi di design/modelli (+ 466%) e i depositi di modelli di utilità (+ 248%). Tutti dati statistici possono essere reperiti qui. Questi dati sono la dimostrazione di come il territorio marchigiano sia sempre attento alla tutela del made in Italy.
------------------------------------
Si parla sempre dei grandi nomi della politica italiana ma sono numerosi i gruppi di lavoro minori che si avvicinano alle elezioni. Ne diamo un saggio in poche righe elencando alcuni depositi di marchi italiani da noi rinvenuti, o direttamente depositati, in vista delle elezioni. L’elenco è raggiungibile da un nostro articolo presente a questo link.
------------------------------------
Dopo circa trenta anni di lavori, entrerà in vigore il 1° gennaio 2014, il brevetto unitario. Hanno aderito all’accordo, votato in tre sessioni separate, 25 Stati dei 27 membri della UE. La nuova via per la brevettazione nei Paesi comunitari sarà, da quanto calcolato dall Commissione Europea, più economica di circa l’80% rispetto alla procedura attuale. Italia e Spagna restano estranee all’accordo. Il testo completo dell’articolo può essere reperito qui.
------------------------------------
E’ stato sottoscritto, il 19 novembre 2012, dal Segretario all’Economia del Messico, Bruno Ferrari, e il presidente del WIPO, Francis Gurry, l’accordo con cui il Messico entrerà a far parte del Protocollo di Madrid su i marchi internazionali, in vigore dal 19 febbraio 2013. Il Messico è il terzo Paese dell’America latina che entra a far parte del Sistema di Madrid. La firma del Protocollo sarà di grande aiuto alle imprese che hanno interesse all’espansione internazionale in Messico: si avrà una facilità di accesso, con costi ridotti, al deposito e gestione dei marchi in detto Paese. Avranno maggiore facilità di esportazione e tutela dei marchi anche le aziende messicane, all’undicesimo posto nella classifica modiale per l’export, che vogliano esportare in altri Paesi aderenti al Sistema di Madrid.
------------------------------------
Premio Impresa Ambiente 2012, sponsorizzato dal Ministero dell’Ambiente, dalla Camera di Commercio di Roma e da UNIDO, servirà a dare un riconoscimento alle imprese italiane che hanno contribuito ad innovare processi, sistemi, partenariati, tecnologie e prodotti per lo sviluppo sostenibile, rispetto ambientale e responsabilità sociale. Le categorie del premio sono quattro: miglior gestione per lo sviluppo sostenibile, miglior prodotto per lo sviluppo sostenibile, miglior processo/tecnologia per lo sviluppo sostenibile e miglior cooperazione per lo sviluppo sostenibile. Sarà inoltre conferito un premio Premio Speciale Impresa Ambiente Giovane Imprenditore al miglior titolare o dirigente d’impresa under 40. Il bando per il Premio Impresa Ambiente 2012 è aperto e si chiuderà il 12 novembre 2012.
------------------------------------
Brevetto Apple annullato dall’Ufficio Marchi e Brevetti statunitense. La domanda di registrazione brevetto Apple è la n. 7469381. Le motivazioni date dall’USPTO riguardano le rivendicazioni brevettuali, dalla 1 alla 20 compresa, anticipate dai brevetti di Luigi Lira, Ording ed altri e Elise A. W. H. Van De Hoven. Nel frattempo Samsung si prepara a reintrodurre il bounce scroll, oggetto della domanda di brevetto oggi temporaneamente invalidato.
------------------------------------
In data 22 ottobre è stata presentata a Roma la ricerca Censis-MSE sulla contraffazione. Già i primi commenti di Coldiretti che afferma come tale tipo di contraffazione colpisca, in prima battuta, i cittadini meno abbienti che acquistano prodotti agroalimentari low-cost. Tale tipologia di prodotti pone a rischio la salute di coloro che l’acquistano. Il low-cost è possibile in quanto le aziende produttrici non sottostanno alla normativa italiana. Confafgricoltura aggiunge che i danni all’economia sono di tipo diretto (1,1 miliardo di €) e di tipo indiretto (riduzione dei consumi e perdita di circa 40.000 posti di lavoro.
------------------------------------
Il 22 ottobre, nella sede del Senato di Piazza della Minerva a Roma, sarà presentata la ricerca Censis-MSE sul fenomeno della contraffazione. La ricerca, dal titolo “L’impatto della contraffazione sul sistema Paese: dimensioni, caratteristiche e approfondimenti“, ha analizzato le dimensione economiche ed i danni causati dalla contraffazione (quali danni economici da mancati introiti, perdite fiscali e di posti di lavoro). In particolare sono stati analizzati i settori dell’abbigliamento, del calzaturiero, della gioielleria, dei giocattoli, dei cosmetici e medicinali.
------------------------------------
Samsung dichiara battaglia legale ad Apple su otto brevetti riprodotti all’interno dei nuovi iPhone 5. Da indiscrezioni filtrate a seguito dell’acqusito, da parte di Samsung, di un iPhone 5, i brevetti in presunta violazione dovrebbero riguardare la tecnologia wireless UMTS (due brevetti) ed altre funzioni del melafonino (sei brevetti). Il Tribunale di San Josè deciderà su queste nuove e presunte violazioni.
Nel frattempo, sempre il Tribunale di San Josè, nella persona del giudice Lucy Koh, ha sospeso l’interdizione alla vendita dei Samsung Galaxy Tab 10.1, per i quali la casa di Cupertino aveva chiesto una provvisoria interdizione alla vendita sempre in merito a violazioni di diritti brevettuali di iPhone 6 e le novità brevettuali della casa di Cupertino: schermo flessibile con feedback per l’utente, schermi OLED con sensori posti al di sotto della membrana e un sistema per ridurre le rotture dell’apparecchio. La Apple vuole iniziare a sondare il terreno, a pochi giorni dal lancio dell’iPhone 5, per il lancio delle nuove tecnologie da apporre su i nuovi apparati.
------------------------------------
La regione Lombardia e le Camere di Commercio lombarde finanziano, tramite un bando, processi di innovazione sviluppati da micro, piccole e medie imprese del territorio. L’apertura del bando è prevista per le ore 12.00 dell’11 settembre 2012 e chiuderà improrogabilmente il 28 febbraio 2013. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente in forma telematica tramite la modulistica del sito  www.bandimpreselombarde.it . Sono ammissibili le spese sostenute per la brevettazione o registrazione all’estero di brevetti, disegni e modelli. Possono essere inclusi nell’istanza di finanziamento i costi di deposito di brevetti e disegni e modelli italiani che siano stati depositati allo scopo di ottenere il diritto di priorità e solamente al seguito del deposito della domanda estera.
------------------------------------
La Corte d’Appello di Manhattan ha definitivamente stabilito che la suola "China red", introdotta sul mercato dal 1992 dallo stilista francese Louboutin e protetta quale icona per scarpe da donna con tacchi alti, sia stata violata dalla Yves Saint Laurent. Il giudice ha stabilito che la contraffazione esiste solamente nel caso in cui il colore della suola contrasti con il colore della tomaia. Qualora la tomaia fosse del medesimo colore della suola non ci potrebbe essere essere violazione dei diritti di proprietà intellettuale.
------------------------------------
Una giuria statunitense ha ritenuto Samsung colpevole di aver copiato l’iPhone e stabilito una condanna per oltre un miliardo di dollari. La corte ha ritenuto validi tutti i brevetti di Apple e ritenuto volontaria la violazione di Samsung, in particolar modo relativamente al trade dress (aspetto visivo) dell’iPhone 3g. Secondo la giuria non vi sono state violazioni di Apple nei confronti di Samsung. Questa decisione ottenuta può essere ritenuta un grande risultato per Apple.
------------------------------------
Il DL 83/2012 recante "Misure urgenti per la crescita del Paese" ha aggiunto il comma 49-quater all’art. 4 della L. 24 dicembre 2003, n. 350, trasferendo il potere sanzionatorio in materia di Made in Italy alle Camere di Commercio. Il comma 49-bis, della legge appena richiamata, ha tipizzato la fattispecie di "fallace indicazione dell’uso del marchio", prevedendo per i contravventori una sanzione amministrativa da euro 10.000,00 ad euro 250.000,00. "Costituisce fallace indicazione l’uso del marchio, da parte del titolare o del licenziatario, con modalità tali da indurre il consumatore a ritenere che il prodotto o la merce sia di origine italiana ai sensi della normativa europea sull’origine....". Le Camere di Commercio territorialmente competenti ricevono il rapporto ex art. 17 L.689/81 ai fini dell’irrogazione delle sanzioni amministrative. "E’ sempre disposta la confisca amministrativa del prodotto o della merce di cui al comma 49-bis, salvo che le indicazioni ivi previste siano apposte, a cura e spese del titolare o del licenziatario responsabile dell’illecito, sul prodotto o sulla confezione o sui documenti di corredo per il consumatore".
------------------------------------
Marchi di lusso quali Chanel, Dior e Burberry hanno iniziato i saldi in India per incoraggiare i cittadini all’acquisto. I saldi per i prodotti di lusso sono un buon punto d’ingresso per coloro che non hanno mai acquistato questo genere di prodotto. Un recente studio di AT Kearney ha dimostrato che i saldi hanno giocato un ruolo fondamentale per avvicinare la popolazione indiana ai brand del lusso. Chanel in India, invece, utilizza i saldi per consolidare la propria clientela. Dinaz Madhukar, presidente di un centro commerciale di lusso nel distretto sud di Delhi, dice che gli acquirenti aumentano del 30% durante i saldi, anche per i marchi non in saldo. Alcuni marchi come Hermès, Louis Vuitton, Cartier e Tom Ford non effettuano alcun saldo nè in India nè altrove.
------------------------------------
La Commissione Europea ha varato, l’11 luglio, la proposta di direttiva per la creazione di un mercato unico digitale europeo per la distribuzione di musica on-line, attraverso un’unica licenza multiterritoriale. Lo scopo è quello di dare maggiore trasparenza nella gestione degli utili e rapidità nella loro devoluzione in favore degli artisti cosa che, attualmente, avviene con molta difficoltà tramite le società di intermediazone quali, ad esempio, la SIAE. Il prossimo passo sarà quello di creare un unico mercato digitale europeo regolamentato da norme certe. Gli artisti potrebbero, data la semplicità di utilizzo della rete, allontanarsi dalle società di intermediazione per gestire in autonomia e certezza la propria immagine ed i propri utili o affidarsi ad una società di intermediazione estera più attenta alle esigenze dell’artista. La licenza unica multiterritoriale potrebbe portare ad un ulteriore abbattimento delle barriere nel mercato interno.
------------------------------------
Entro il 29 luglio 2012, la filiera vitivinicola dovrà individuare, per ciascuna Denominazione d’Origine (D.O.) e Indicazione Geografica (I.G.), la struttura di controllo cui affidare le verifiche in base al disciplinare di produzione. Qualora non venga individuata la struttura, nei quindici giorni seguenti l’individuazione sarà eseguita da Regioni e Provincie competenti per territorio. Entro trenta giorni dalla loro individuazione, le strutture dovranno presentare al Dipartimento Ispettorato Centrale Tutela e Repressione frodi Prodotti Agroalimentari (ICQRF) ed alla regione o Provincia competente, il piano di controllo ed il prospetto tariffario per ciascuna D.O. e I.G. per la loro approvazione.
------------------------------------
Il Brevetto Comunitario sembra ormai una realtà con Italia e Spagna che hanno preferito non aderire. Dal 2014 entrerà in vigore e gli uffici verranno suddivisi tra Parigi - tribunale per casi di scienze, chimica -, Londra - tribunali per casi di attività umane quali, ad esempio, l’agricoltura - e Monaco dove risiederanno gli uffici centrali. Secondo la Commissione Europea il Brevetto Comunitario avrà un costo minore rispetto ai costi attuali. Nel Brevetto Comunitario l’italiano non sarà riconosciuto quale lingua ufficiale. Nei prossimi mesi ulteriori aggiornamenti.
------------------------------------
Si è conclusa con successo la Conferenza di Pechino per finalizzare un trattato per la tutela delle performance del settore audiovisivo. Dopo dodici anni di negoziati si è arrivati ad una tappa importante per la tutela dei diritti degli artisti del settore audiovisivo. Alla conferenza sono intervenuti 156 stati, 6 organizzazioni intergovernative e 45 organizzazioni non governative, 122 Paesi hanno firmato l’atto finale del trattato e 48 Paesi hanno firmato il trattato stesso. Il trattato entrerà in vigore una volta ratificato da 30 aventi diritto, tra Paesi o organizzazioni intergovernative. La firma del trattato costituisce un riconoscimento preliminare, dimostrando l’intenzione dello Stato di esaminare il trattato a livello nazionale e considerarne la ratifica, anche se la firma non crea un obbligo giuridico vincolante a ratificare. Il trattato di Pechino per le prestazioni audiovisive (BTAP), rafforzerà i diritti economici di attori cinematografici e altri artisti e potrebbe fornire un reddito supplementare dal loro lavoro. È importante sottolineare che il nuovo trattato rafforzerà la posizione precaria di attori dell’industria audiovisiva, fornendo un più chiaro quadro giuridico internazionale per la loro protezione e fornirà tutela agli artisti anche in ambito digitale. Copia del trattato può essere reperita  qui.
------------------------------------
Un nuovo orientamento della Corte di Cassazione, in 25273/12 sez. V penale del 26 maggio 2012, stabilisce che affinchè ci possa essere contraffazione, il marchio o brevetto deve essere registrato, o brevettato, e non è sufficiente la pendenza della domanda di registrazione. Nella tutela della contraffazione convivono due differenti tipi di tutela: civile e penale. Con la prima è possibile chiedere il risarcimento del danno, l’inibitoria alla fabbricazione e la distruzione della merce prodotta in contraffazione; con la seconda si vuole ottenere la punizone dei reati di contraffazione, importazione e vendita di prodotti. La sentenza di cui sopra prevede che la tutela penale possa essere richiesta solo al termine, positivo, della procedura di registrazione o brevettazione. La punibilità prevista dalla disciplina penale deve essere accompagnata dalla registrazione del marchio o dalla brevettazione in quanto, a differenza di quella civile, va a coplire la pubblica fede dei consumatori e, più in generale, l’interesse pubblico.
------------------------------------
E’ stato presentato in Senato, mercoledì 20 giugno, un documento relativo alla contraffazione. Da quanto emerge nel documento, l’industria del falso ha subito un incremento esponenziale ed i sequestri della Guardia di Finanza superano i 100 milioni di pezzi ogni anno. Le operazioni concluse giornalmente sono, in media, quaranta, con un numero di pezzi posti sotto sequestro, quotidianamente, di circa 300mila per contraffazione o pericolosità. Ogni giorno viene quindi ritirata dal commercio merce contraffatta per un valore di circa 2 milioni di €uro.
------------------------------------
Mentre la Siria si ritira dall’Accordo di Madrid, rimanendo membro del Protocollo di Madrid, la Colombia diviene membro del sistema del marchio internazionale tramite l’adesione al Protocollo di Madrid. Il decreto del presidente Bashar al-Assad n. 179, relativo al ritiro della Siria dall’Accordo, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 27 maggio 2012. Per quanto concerne l’ingresso della Colombia nel marchio internazionale, il trattato entrerà in vigore il 29 agosto 2012. La Colombia sarà il secondo Paese del sud America ad aderire al sistema del marchio internazionale. L’adesione al Protocollo di Madrid sarà un ottimo strumento per la promozione dello sviluppo economico del Paese.
------------------------------------
Sono stati assolti, dalla Corte d’Appello di Palermo, gli extracomunitari che vendevano prodotti falsi, adagiati su teli in strada, a pressi irrisori. La Corte ha ritenuto che non vi sia reato - per il venditore - e l’illecito amministrativo - per l’acquirente (vd. Cass. n. 22225/12) - qualora la merce sia esposta e venduta in maniera da far ritenere, anche all’acquirente medio, l’originalità della provenienza. Si considera quindi una falsificazione grossolana ed innocua e non perseguibile in quanto, l’utente medio, può accorgersi della falsità del prodotto ed evitarne l’acquisto e si configura un reato impossibile.
------------------------------------
Una recente sentenza della Corte di Cassazione n. 22225/12 del 08.06.2012 statuisce che l’acquirente di merce contraffatta rischia solamente una sanzione amministrativa. L’acquirente finale non compie alcune reato di ricettazione. In Italia manca la fattispecie di reato per comportamenti che, secondo la normativa comunitaria, si sarebbero dovuti considerare come penalmente illeciti. La Corte di Cassazione ha così stabilito nei confronti di un acquirente di orologi a marchio, contraffatto, Rolex perchè il fatto non è previsto come reato. Non è di aiuto interpretare il diritto italiano in materia di proprietà intellettuale alla luce della direttiva comunitaria in quanto il cittadino dello stato inadempiente la direttva CE non può essere penalmente perseguito per fatti considerati illeciti dalla sola normativa CE, ma non più punibili in base alla legge nazionale.
------------------------------------
E’ stato lanciato in Inghilterra un nuovo trailer per la campagna, promossa da Universal Pictures UK e IndustryTrust for IP, chiamata "Moments Worth Paying For" contro la pirateria per sensibilizzare la visione di determinati film su maxi schermo. Il trailer spazia tra le scene del film ed i volti degli spettatori, rafforzando l’idea che determinati film debbano essere visti nei cinema e che ci siano "momenti per cui valga la pena pagare".
------------------------------------
Tetra-Pak, azienda leader mondiale di packaging, sta lavorando su un microchip, inserito nei cartoni, che sarà in grado di dare informazioni agli acquirenti. Il Financial Times stima in 400 miliardi di dollari il fatturato proveniente da questa innovazione. Tetra-Pak investe il 4% del fatturato in ricerca e sviluppo che si concretizzano, come in questo caso in brevetti ed innovazione.
------------------------------------
La Lega ha presentato un emendamento per integrare le disposizioni anticontraffazione contenute nel D.Lgs. 70/2003. Secondo l’On. Fava non sarà lesa la libertà di informazione e divulgazione sul web ma solamente tutelati i diritti di proprietà intellettuale ed industriale punendo le violazioni commesse a fini di lucro da soggetti con caratteristiche imprenditoriali. In tal modo gli internet provider, in caso di acclarata violazione, dovrebbere darne comunicazione alle autorità competenti. Attraverso tale sistema, aggiunge l’On. Pini, non c’è il rischio che i provider agiscano con azioni arbitrarie pilotate da terze parti interessate all’oscuramento di siti web.
------------------------------------
E’ stata pubblicata l’agevolazione per la registrazione di marchi d’impresa volta a favorire la registrazione di marchi comunitari e marchi internazionali. Detta agevolazione è diretta a micro, piccole o media imprese con sede legale in Italia, con lo scopo di agevolare l’azienda nel sostenere i costi di: progettazione del nuovo marchio, ricerche di anteriorità ed assistenza al deposito, costi di assistenza per l’acquisizione del marchio nazionale, assitenza per la concessione in licenza del marchio, anche nei Paesi designati per l’estensione, nonché le tasse UAMI e OMPI. Ogni ulteriore informazione può essere reperita qui.
------------------------------------
La Corte di Cassazione in 5497/12 si è pronunciata in merito ai limiti del diritto di brevetto stabilendo che l’uso lecito, da parte di un soggetto, di soluzioni tecniche adottate e brevettate successivamente da un terzo, possa continuare successivamente al deposito del brevetto anche nel caso in cui si tratti di diversi titoli brevettuali. Quindi il diritto di sfruttamento economico esclusivo del brevetto, legittimamente concesso al titolare, è limitato dalla protezione accordata al preutente.
------------------------------------
Il mercato delle biciclette Made in Italy non conosce crisi. Pubblicata l’elaborazione della Camera di Commercio di Milano da cui si evince la crescita di quasi il 17% dell’export a due ruote. In particolare sono i francesi ad apprezzare le nostre biciclette. Aumentano anche le importazioni di biciclette dalla Cina del 6% dal 2010.
------------------------------------
Abbiamo il piacere di comunicarVi l’apertura della nostra nuova sede nella città di Ancona. L’ufficio si trova in un antico palazzo situato nel centro storico cittadino, a pochi passi dal Tribunale e dalla Camera di Commercio, a pochi minuti dalla stazione ferroviaria, facilmente raggiungibile con tutti i mezzi pubblici. Per tutti i nostri nuovi contatti potete cliccare qui.
------------------------------------
La Russia è sempre più interessata al Made in Italy. Nel 2011 è cresciuto l’export del 18,2% nel settore dell’abbigliamento maschile e del 22,7% per il femminile. Un andamento crescente confermato anche dal numero di presenze alla Collection Premiére Moscow appena terminata.
------------------------------------
Nella causa C-488/10 la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, ha stabilito che qualora il convenuto sia titolare di un disegno/modello successivamente registrato rispetto all’attore, questi potrà comunque agire in contraffazione vietando l’uso del disegno/modello posteriormente registrato. La sentenza conclude il procedimento stabilendo che qualunque disegno/modello che susciti nell’utilizzatore informato un’impressione generale non diversa dal disegno/modello precedentemente registrato, potrà essere perseguito. L’intero testo della sentenza può essere reperito qui.
------------------------------------
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha attivato il Fondo Nazionale per l’Innovazione attraverso il quale mette a disposizione una garanzia per favorire la concessione di finanziamenti da parte delle banche Mediocredito Italiano ed Unicredit. Tale fondo, di 75 milioni di €uro consentirà di ottenere finanziamenti, per progetti innovativi relativi a disegni e modelli, fino ad un importo massimo di 3 milioni di €uro, con durata massima di dieci anni, e non richiedereà all’impresa alcuna garanzia personale o reale. Ogni ulteriore informazione può essere reperita qui.
------------------------------------
Il Ministero dello Sviluppo Economico, applicando il D.Lgs. n. 59/2010, , ha redatto un database contenente l’elenco dei marchi di qualità dei servizi oggi esistenti in Italia. Tale database può aiutare i consumatori ad orientare le proprie scelte verso servizi di qualità. Tale database può essere utilizzato anche dalle imprese, con lo scopo di comparare aziende migliori cui si può fare riferimento per qualificare maggiormente la propria attività, il cd. benchmarking. I marchi contenuti sono stati classificati in quattro macro-aree di riferimento: carattere, estensione geografica, contenuto e caratteristiche della loro gestione.
------------------------------------
E’ entrata in vigore il 1° gennaio 2012 la decima edizione della Classificazione di Nizza atta ad individuare le classi di appartenenza dei prodotti e servizi per i quali contraddistinguere un marchio. Tutte le domande depositate a decorrere da tale data saranno soggette a tale classificazione. La nuova classificazione è reperibile qui.
------------------------------------
Pubblicato il Reg. Eu 1169/2011 in merito alle informazioni fornite dalle etichette apposte sugli alimenti. Sarà quindi obbligatorio, tra le varie indicazioni, riportare, ad esempio, il valore energetico, gli acidi, i grassi e gli zuccheri. Ma non solo: sarà vietato riportare indicazioni fuorvianti il consumatore che potrebbero indurlo all’acquisto. Dal momento dell’adozione della norma dal Parlamento Europeo e Consiglio, l’industria alimentare avrà a disposizione tre anni per uniformarsi ed altri due per rispettare i nuovi obblighi imposti.
------------------------------------
Il Decreto del 19 aprile 2011 in G.U, ha dettato le nuove disposizioni, le caratteristiche nonché le modalità per la fabbricazione, l’uso, la distribuzione, il controllo ed il costo dei contrassegni di Stato per i vini a D.O.C.G. e D.O.C.. Alcuni consorzi di tutela hanno avanzato richiesta per ottenere la possibilità di ridurre la dimensione della larghezza dei contrassegni di Stato al fine di consentire l’adeguamento degli stessi alle macchine etichettatrici attualmente in uso e di adattare la larghezza dei contrassegni all’ampia gamma dei recipienti utilizzati. Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha consentito ai soggetti imbottigliatori di vini D.O.C.G. e D.O.C.. di ridurre la dimensione della larghezza dei contrassegni di Stato salvaguardando, tuttavia, l’integrità e la visibilità delle indicazioni da riportare.
------------------------------------
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha varato due strumenti di agevolazioni, con la finalità di qualificare la produzione industriale italiana, rafforzandone la capacità innovativa e la competitività sul mercato nazionale e internazionale, per facilitare le imprese che intendono tutelare i propri prodotti utilizzando brevetti, disegni e modelli industriali.
Queste, nello specifico, le due iniziative, che dispongono di un finanziamento complessivo di 45,5 milioni di €uro: Erogazione di premi a favore di imprese per aumentare il numero dei depositi nazionali ed internazionali di brevetti e design. Erogazione di agevolazioni per portare sul mercato prodotti nuovi basati su brevetti e design. Sarà possibile accedere alle agevolazione a decorrere dal 2 Novembre 2011.
------------------------------------
E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale 180/2011 il decreto ministeriale con il quale vengono introdotte le regole per la smarchiatura di prodotti DOP e IGP. Con il presente decreto vengono individuate le condizioni e modalità attraverso cui i Consorzi di tutela possono autorizzare la smarchiatura di un prodotto già certificato, ovvero la rimozione, dai prodotti contraddistinti DOP o IGP e detenuti per la commercializzazione o l’immissione al consumo, di quegli elementi che distinguono e identificano in modo specifico i prodotti che hanno terminato l’iter certificativo previsto dal disciplinare di produzione di riferimento e dalla relative disposizioni applicative e che possono legittimamente fruire della DOP o dell’IGP.
------------------------------------
E’ stato soppresso, in sede di conversione, l’art. 8 c. 10 del D.L. 70/2011, norma che avrebbe escluso dalla tutela del diritto d’autore le opere relative al design non registrate prima del 2001. Tale norma avrebbe modificato l’art 239 del C.P.I. .
------------------------------------
Entra in vigore in data odierna, 1° luglio 2011, la possibilià di presentare opposizione contro i marchi italiani o contro i marchi internazionali aventi validità nel territorio italiano. Inizierà quindi la pubblicazione del bollettino marchi così come previsto all’art. 187 del C.P.I. Dalla data di pubblicazione del Bollettino ufficiale decorrerà il termine di tre mesi per la presentazione dell’atto di opposizione all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.
------------------------------------
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 96/2011 il D.Lgs. 54/2011 relativo all’ “Attuazione della direttiva 2009/48/CE sulla sicurezza dei giocattoli”. IL decreto attuativo vuole assicurare misure di maggiore contrasto alla contraffazione del marchio CE, definire un sistema di controllo relativo immissione sul mercato dei giocattoli che coinvolge anche gli i rivenditori, i quali devono contribuire alla tracciabilità del giocattolo.



WARNING!
Un crescente numero di utenti del Marchio Internazionale, del PCT, del Marchio Comunitario e del Brevetto Europeo riceve corrispondenza non richiesta, proveniente da servizi di registrazione non ufficiali...
Clicca per maggiori informazioni.

50 anni con voi...

Il nostro Studio ha compiuto i 50 anni di attività. Scarica la nostra brochure!


Studio Consulenza Brevetti Cioncoloni S.r.l. on LinkedIn

Newsletter

Iscrivetevi alla nostra newsletter:

Indirizzo e-mail


Se desiderate essere ricontattati tramite e-mail o telefono potete utilizzare il modulo richiesta informazioni

Come raggiungerci


Office in Roma


Office in Ancona

© 2008 Studio Consulenza Brevetti Cioncoloni S.r.l.
Sede Legale: Viale Castrense, 21 - 00182 Roma
P.I. 09962191004 - REA RM1200093

Visibilità Siti Web by Onbitway.com
Siti Web Roma by Web2emotions.com